Associazione Comano Sportiva

AS Comano 2 - 1 FC Morbio2

La serata calcistica proponeva la Champions League e un recupero di 4a lega: Comano-Morbio 2, chi ha vissuto dal vivo il calcio che conta davvero, non se ne è pentito...

Ore 22:14.
Il triplice fischio dell'arbitro fa esplodere di gioia giocatori e tifosi giallorossi per un successo casalingo che ha dell'incredibile!


Non fraintendete! Tutti si aspettavano e credevano in una vittoria contro una diretta concorrente nella spietata lotta per la salvezza, ma ora che l'ebrezza delle emozioni (e delle birre) si è diradata, incredibile è l'aggettivo giusto. incredibile, perchè abbiamo atteso 516 giorni, da quando cioè al Tavesio il Comano batteva il Bioggio 2-1, per festeggiare una vittoria in casa. Incredibile, perchè il risultato è maturato dopo una gara che sembra rubata alla sceneggiatura di un film. Incredibile, perchè l'oscurità del tunnel percorso per tutto il girone di andata sembrava non dover finire mai.

Finalmente dopo 3 giornate di campionato non disputate per maltempo (unica squadra di tutto il calcio minore, incredibile anche questo), la tanto attesa remuntada poteva iniziare.

La pressione e la tensione erano palpabili negli sguardi concentrati  dei giocatori, pronti per la battaglia. Cinque minuti e il Comano va sotto di un gol! la pressione si trasforma in agitazione che porta a fallire tutte le buone occasioni create nel primo tempo. Al rientro in campo la musica non cambia e, nonostante la generosità dei ragazzi, il risultato resta invariato. Le occasioni non mancano, ma vuoi la sfiga, le parate miracolose, i rimbalzi fasulli e i tiri fuori di poco, il Comano non segna e rischia parecchio in contropiede. Appena dopo la  
mezz'ora ecco la luce! Azione veloce Cecco-Migu e passaggio filtrante di quest'ultimo per Charlie che si butta nello spazio e, dopo aver vinto il duello a sportellate con il suo marcatore, insacca con un tocco delizioso. La gioia per il pareggio si mischia alla fame di vittoria e un Comano in trance agonistica (come il pubblico del resto) sfiora più volte il colpo del KO, che arriva a 5 minuti dalla fine... Un intervento scomposto del Cui provoca il rigore. È un pugno al mento e il KO sembra inevitabile per il Comano. Addio prima vittoria, addio remuntada? Nossignori! Daniel assorbe le negatività di un'intera andata e le  speranze di un intero ritorno, trasformandosi in Robert Hatch (Fuga per la vittoria) e parando il tiro dagli undici metri! Ma i sogni se non si realizzano sono solo mezze bugie e allora al 90° la provvidenza completa l'opera in una sorta di contrappasso dantesco: Cui, il cui fallo quasi condannava i giallorossi all'inferno, rilancia lunghissimo verso il centro dell'area, verso il paradiso. Inaspettatamente, infatti, il portiere incespica e smanaccia la palla che Emi deve solo spingere in rete!

il resto è gioia e birra!

Negli occhi rimane la voglia di tutto il Comano di conquistare ad ogni costo la salvezza, battaglia dopo battaglia, per le 10 partite che restano...


Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online

Le ultime notizie online

Totale visite68037
Massima affluenza 12-06-2014 : 128